Ritenzione idrica viso e gonfiore: la cura di FisioEstetica definitiva

ritenzione idrica al viso

Ritenzione idrica viso e gonfiore: la cura di FisioEstetica definitiva

L’accumulo e il ristagno di liquidi e tossine dovuti ad un’alterata circolazione venosa e linfatica possono provocare anche la ritenzione idrica al viso.

Di solito, quando si pensa alla ritenzione idrica e all’edema, il disturbo viene immediatamente associato a gambe, cosce, glutei, fianchi. Questo problema, può colpire uomini e donne anche all’addome, alle braccia ed al viso, zone predisposte all’accumulo di liquidi negli spazi interstiziali (tra cellula e cellula).

A causa dell’apporto ridotto di ossigeno e nutrienti, questa patologia va a compromettere il metabolismo cellulare.

Quando colpisce in particolare il volto, la diretta conseguenza è il viso gonfio e stanco, specie al mattino, al risveglio.

Come sgonfiare e drenare il viso gonfio?

Esistono diverse strategie ed accortezze per tenere sotto controllo il problema, ma per la cura definitiva l’unico modo per risolvere è affidarsi a trattamenti mirati di FisioEstetica.

Sono indolori, non invasivi, sicuri, rapidi e risolutivi.

In questo articolo, scoprirai quali sono le terapie in grado di sconfiggere questo fastidioso disturbo.

Ritenzione idrica, viso gonfio: cause

Le possibili cause responsabili della ritenzione idrica, che può colpire gambe, addome, viso, braccia, sono:

  • Alterazione del sistema venoso e linfatico;
  • Disturbi ormonali e alla tiroide;
  • Insufficienza renale o cardiaca;
  • Disturbi all’intestino, al fegato o allo stomaco;
  • Carenza di magnesio o di alcune vitamine;
  • Squilibrio tra potassio e sodio;
  • Ipertensione;
  • Infiammazioni;
  • Posture scorrette che ostacolano la circolazione;
  • Assunzione di certi farmaci (antinfiammatori, cortisonici, terapie ormonali);
  • Intolleranze alimentari;
  • Anemia;
  • Sovrappeso.

I principali fattori di rischio sono la vita sedentaria e un’alimentazione inadeguata.

Occhi gonfi e borse: sono dovuti allo stesso problema?

Il problema degli occhi gonfi è legato alla stasi linfatica, quindi alla ritenzione idrica; quello delle borse dipende dai cuscinetti adiposi localizzati nella palpebra superiore e inferiore.

Mentre il gonfiore degli occhi, come quello del viso, si riduce nell’arco di un paio d’ore, le borse tendono a peggiorare progressivamente durante la giornata anche per effetto della forza di gravità.

Spesso, si consigliano rimedi casalinghi come l’applicazione di cubetti di ghiaccio per tonificare o di bustine di camomilla sugli occhi per sgonfiare. Possono dare sollievo temporaneamente ma non sono efficaci a lungo termine o risolutivi come i trattamenti mirati di Fisio-Estetica che ti consigliamo più avanti.

Sintomi

I sintomi tipici della ritenzione idrica sono:

–       Edema, gonfiore che può interessare diverse zone del corpo (gambe, addome, braccia, viso);

–       Senso di stanchezza, pesantezza;

–       Colore della pelle alterato;

–       Dolori addominali;

–       Mal di testa:

–       Rigidità articolare;

–       Aumento di peso inspiegabile (per l’accumulo di liquidi).

Il gonfiore del viso compare, solitamente, sulla zona degli zigomi e delle palpebre che aumentano leggermente. I liquidi in eccesso aumentano anche la rotondità del viso.

Il viso gonfio potrebbe dipendere anche da fattori transitori come insonnia, gravidanza, stress, sinusite, ascesso dentale, parotite, allergie.

Per una corretta diagnosi, ti raccomandiamo di rivolgerti ad uno specialista il quale ti prescriverà esami del sangue, test delle urine o, nel caso in cui tu soffra di gonfiore sia al viso sia alle gambe, anche esami strumentali come radiografia, Tac o risonanza magnetica per verificare la presenza di eventuali vene varicose, ferite o infezioni.

Ritenzione idrica viso: dieta giusta e stile di vita corretto

Salute e bellezza partono sempre da un’alimentazione sana e da un corretto stile di vita.

Per tenere sotto controllo la ritenzione idrica è necessario:

  • ridurre al massimo il sale, che favorisce la ritenzione dei liquidi ostacolando l’eliminazione dell’acqua. Evita il più possibile cibi che contengono molto sale come patatine, insaccati, cibi in scatola ma anche grassi (tranne l’olio extravergine di oliva), zuccheri, carboidrati raffinati;
  • consumare cibi che contengono bioflavonoidi, fibre, proteine, potassio, vitamina C, tanta frutta e verdura ricca di vitamina C, B, B6 ma anche alimenti diuretici naturali (ananas, mirtilli, anguria);
  • bere almeno 2 litri di acqua al giorno ed assumere tisane depurative come il tè verde;
  • evitare alcolici, bevande gassate o zuccherate, succhi di frutta, birra, caffè zuccherato.

Per un corretto stile di vita ti consigliamo di:

  • smettere di fumare;
  • mantenere il peso forma. Se sei in sovrappeso dimagrisci perché i chili di troppo rendono difficile il deflusso sanguigno e linfatico;
  • evitare la vita sedentaria praticando attività fisica regolare;
  • rivolgerti a fisioterapisti specializzati in massaggi linfodrenanti almeno una volta al mese. Sgonfiano, favoriscono il drenaggio delle tossine, rendono la pelle luminosa, attenuano le rughe.

Ritenzione idrica viso: i trattamenti mirati di FisioEstetica

La dieta è importante, aiuta moltissimo ma da sola (o associata all’attività fisica) non è in grado di eliminare i liquidi in eccesso accumulati nel tempo.

I farmaci diuretici possono dare un sollievo immediato che, però, non dura a lungo: intervengono sugli effetti, non sulla causa del disturbo.

L’unico modo, drastico e rapido, per drenare ed eliminare i liquidi in eccesso è offerto da trattamenti specifici di FisioEstetica, che intervengono sulle cause vere, non limitandosi a ‘zittire’ i sintomi.

Ecco quali sono:

  • Linfodrenaggio Manuale metodo Vodder, tecnica di massaggio terapeutico che agisce sui vasi linfatici allo scopo di riattivare il deflusso della circolazione linfatica. Soltanto i fisioterapisti abilitati, che conoscono la ‘via’ della linfa, possono eseguire questo trattamento;
  • Radiofrequenza (o Human Tecar), terapia strumentale che utilizza onde elettromagnetiche a bassa frequenza;
  • Onde d’Urto Storz, ovvero onde ad elevata energia acustica che incrementano la vascolarizzazione, favoriscono cambiamenti biologici cellulari e stimolano la neoangiogenesi (ossia la formazione di nuovi vasi sanguigni). Queste onde vantano un notevole effetto drenante, rassodante e rigenerante;
  • Kinesio taping, tecnica che utilizza un cerotto elastico brevettato dall’ottimo effetto drenante;
  • Flowave 2, elettromedicale del Sistema integrato Novalinfa ottimo per curare la ritenzione idrica. Ripristina il drenaggio, riduce l’edema e i centimetri dell’area trattata potenziando il tono-trofismo muscolare.

Questi trattamenti fisio-estetici mirati riattivano la corretta funzionalità della circolazione linfatica e venosa: di conseguenza, sono in grado di risolvere completamente la ritenzione idrica.

Il Centro Ryakos ti offre una prima visita gratuita con valutazione globale e distrettuale per pianificare un programma terapeutico personalizzato.

Prenota ora allo 081.3419278 una Valutazione Gratuita o il tuo pacchetto scontato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Post