flowave

Vantaggi estetici del sistema Flowave

Il sistema Flowave è un particolare dispositivo ben noto nell’ambiente elettromedicale. Si tratta infatti, di una soluzione estremamente innovativa capace di portare straordinari vantaggi per quanto concerne la medicina riabilitativa.

Se è vero che questo strumento permette di agire sul sistema vascolare e su quello linfatico in maniera positiva, è ben noto che propone una soluzione concreta anche nell’ambito della riabilitazione post-traumatica. Non tutti però, sanno che questo trattamento specifico può avere anche dei vantaggi sotto il punto di vista prettamente estetico.

In questo articolo dunque, analizzeremo le capacità di Flowave con un particolare occhio di riguardo su come il suo lavoro può renderci a tutti gli effetti più belli.

Flowave: i vantaggi sotto il punto di vista medico

Il dispositivo in questione funziona creando un sistema d’onda modulato che gestisce e accelera la ricaptazione proteica. Questo particolare funzionamento, permette a chi sa gestire Flowave di diventare uno strumento estremamente utile sotto il punto di vista medico.

Per quanto concerne la cura di traumi, per esempio, questa tecnologia permette di aumentare la concentrazione di ossigeno nelle parti lesionate, andando ad aumentare la rimozione di tossine cataboliche e dunque accorciando i tempi di recupero. Agendo sui riflessi difensivi dei muscoli inoltre, Flowave è in grado di lenire il dolore.

Che il soggetto sia un atleta alle prese con un infortunio o una persona che, dopo un incidente, vuole accelerare il recupero, i trattamenti di questo tipo sono in grado di favorire il recupero in maniera straordinaria.

Se è vero che si tratta di una soluzione ideale per facilitare la riabilitazione dopo incidenti o infortuni, non si può ridurre questa tecnologia solamente a ciò. A livello vascolare infatti, sottoporsi a questo trattamento può essere prezioso in caso di edema, linfodema, lipidemia, insufficienza venosa, patologie legate alla microcircolazione e fenomeni simili.

Analizzando Flowave a più ampio raggio, è possibile inoltre apprezzare la sua efficacia quando si parla di infiammazioni, tensioni muscolari, ernie discali, artrosi e artriti.

I vantaggi estetici di Flowave

Dopo questa doverosa premessa, possiamo concentrarci sul lato prettamente legato alla bellezza. Flowave infatti, è una strumentazione sempre più diffusa anche nei centri estetici.

Si tratta infatti di una tecnologia che va a influenzare positivamente il sistema linfatico e vascolare, andando a favorire non solo la rigenerazione e l’ossigenazione dei tessuti, ma anche il drenaggio dei liquidi.

Questo tipo d’azione dunque, oltre ad avere effetto sulla salute, può facilmente contrastare non solo il gonfiore, ma anche e soprattutto la presenza di cellulite. Questo fenomeno antiestetico, estremamente comune tra le donne di tutte le età, rende la pelle (soprattutto dei glutei) poco piacevole alla vista.

Oltre al drenaggio dei liquidi, la capacità di favorire la definizione muscolare così come l’aumento della tonicità e dell’elasticità della pelle, rendono Flowave sempre più diffuso e apprezzato nei centri estetici.

Ovviamente va tenuto conto che questa tecnologia, seppur efficace, non è in grado di fare miracoli. Per ottenere risultati concreti, andando ad eliminare il fastidioso effetto a “buccia d’arancia” è necessario accompagnare le sessioni di Flowave con uno stile di vita corretto.

Sotto questo punto di vista, esercizio fisico costante e una dieta sana ed equilibrata, possono rendere ancora più efficace questa tecnologia. In tal modo, dopo appena poche sessioni, è possibile notare un netto e ben visibile miglioramento delle aree trattate.

Controindicazioni

Al di là dell’utilizzo medico o prettamente estetico di questo dispositivo, va comunque tenuto conto che non è adatto a qualunque tipologia di utente. Per esempio, chi possiede un pacemaker nonché placche o protesi metalliche, non può fruire di Flowave a causa della sua natura e dei campi elettromagnetici emessi.

Non solo: soggetti con disturbi cardiaci, in stato di gravidanza, che soffrono di epilessia o di ipertensione dovrebbero evitare questo tipo di trattamento. A prescindere da ciò, consigliamo sempre di contattare il proprio medico di famiglia prima di sottoporsi a una seduta di questo tipo.