Estetica e denti

Un sorriso perfetto è innegabilmente uno straordinario biglietto da visita. Che si tratti di un colloquio di lavoro o di un appuntamento galante, si tratta di un’arma di seduzione come poche.

Ottenere una dentatura perfetta però, è un’impresa tutt’altro che facile. Se è vero che la natura può aiutare in tal senso, esistono una serie di fattori che possono influire negativamente sull’estetica dei denti.

Basti pensare al caffè, alla nicotina o al semplice passare del tempo: tutti componenti che possono gradualmente rendere la dentatura gialla e poco gradevole alla vista. Non solo: la simmetria dei denti, la cosiddetta occlusione, è forse più determinante rispetto all’ingiallimento.

In questo articolo andremo ad analizzare alcune abitudini e soluzioni per rendere un sorriso più armonico ed esteticamente più attraente.

Estetica e denti: alcuni consigli per rendere il tuo sorriso perfetto

La simmetria dei denti è qualcosa di molto importante e di spesso trascurato. Quando i denti di mascella e mandibola combaciano, l’occlusione risulta perfetta. Ciò non è solo apprezzabile dal lato estetico, ma anche in ottica masticazione.

In caso contrario invece, si verifica uno stato di malocclusione dentale, ovvero un allineamento che non presenta un “perfetto incastro” e che influenza dunque in maniera negativa il morso. In alcuni casi però questo problema può manifestare i suoi malevoli effetti  anche in altre parti del corpo come, per esempio, i muscoli della schiena.

Inutile affermare che, in questi casi, l’unica soluzione attuabile è rivolgersi a un odontoiatra professionista. Dopo un’accurata visita infatti, un dentista può valutare diverse soluzioni come un apparecchio fisso, oppure ricorrere all’ortodonzia invisibile.

Se è vero che quando si parla di occlusione dentale è necessario sempre e comunque affidarsi a un professionista (per evitare di peggiorare la situazione), a livello di ingiallimento e di brillantezza è possibile agire con una certa autonomia.

Come contrastare l’ingiallimento dei denti

Un altro fattore che influenza l’estetica dei denti è ovviamente il colore. Anche sotto questo punto di vista, rivolgersi a un professionista è sempre una soluzione saggia. Affidarsi a metodi “casalinghi” infatti, potrebbe in alcuni casi danneggiare seriamente la dentatura.

Ciò non vuol dire però che, con un po’ di attenzione, non si possa trovare qualche rimedio meno aggressivo per rendere il sorriso più bianco. La soluzione più semplice, per esempio, è quella di utilizzare un dentifricio sbiancante. Senza affidarsi a sottoprodotti di dubbia provenienza si può agire senza particolari pericoli. In qualunque farmacia o supermercato, è possibile acquistare dentifrici, o prodotti simili, con effetto sbiancante. Se non sai da dove cominciare, ti consigliamo questa lista di dentifrici sbiancanti efficaci.

Ovviamente, per rendere efficace questo tipo di trattamento, è necessario accompagnare lo stesso a una serie di abitudini. Per esempio, routine che prevedono lavaggio dei denti dopo i pasti e limitazione dell’assunzione di caffeina e nicotina, sono abitudini apprezzabili in tal senso.

Una cura generale dell’igiene orale ha, tra gli altri effetti, anche quello di migliorare l’estetica dei denti. Pertanto, l’utilizzo costante (oltre che di spazzolino e dentifricio) di collutorio e filo interdentale, può portare a risultati tangibili sul medio-lungo periodo.

Va poi considerato che, alcune persone, hanno uno smalto che di natura va a tendere più verso il giallo. In questi casi è decisamente più difficile ottenere degli apprezzabili effetti sbiancanti, anche con una serie di abitudini impeccabili.

I metodi casalinghi

Sempre con la massima prudenza poi, è possibile agire sui denti per eliminare macchie e ingiallimento utilizzando alcuni metodi naturali e casalinghi.

Il bicarbonato di sodio per esempio, è una sostanza utilizzabile (anche se con grande parsimonia) per sbiancare i denti. Tale elemento, spesso impiegato nella realizzazione di dentifrici, può essere adoperato una volta a settimana al posto del dentifricio stesso.

Si tratta di un intervento abbastanza “aggressivo” dunque fortemente sconsigliato se si hanno denti e/o gengive particolarmente sensibili. La sua azione abrasiva da ottimi risultati, ma eccedere è sconsigliato. La buccia di agrumi, siano essi limoni o arance, se strofinati sulla dentatura possono essere un altro metodo efficace e, al contempo, un po’ meno decisa.

Per chi vuole agire in maniera meno decisa, la salvia è senza dubbio una soluzione apprezzabile. Una semplice foglia di questa pianta può essere strofinata sui denti. Sul lungo periodo, questa abitudine può portare a discreti risultati senza risultare particolarmente pericolosa per smalto e gengive. Come effetto secondario, anche l’alito ne trarrà beneficio.

Infine, la polvere di carbone vegetale può essere utile. Abbinare questa a un po’ di acqua, è possibile ottenere una sorta di “dentifricio fai-da-te” efficace. Anche in questo caso, consigliamo la massima prudenza onde evitare il danneggiamento dei denti.

Alimenti da evitare per migliorare l’estetica dei denti

Se è vero che fumo e caffè influenzano negativamente l’estetica dei denti, favorendo l’ingiallimento, non sono gli ultimi alimenti che possono arrecare fastidi.

Tra i meno conosciuti, per esempio, vi è cioccolato e il cacao, sia in polvere che consumato come cioccolato finito. Alcuni dolci basati sul caramello possono avere effetti simili sulla dentatura. Stesso discorso per bevande industriali, che presentano un elevato tasso di coloranti.

Detto ciò, non è necessario eliminare totalmente questi alimenti dalla dieta per migliorare il proprio sorriso, ma limitare gli stessi può sicuramente aiutare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Post